Home » News » Vittorie al concorso artistico-letterario “Le nostre sfide”

Vittorie al concorso artistico-letterario “Le nostre sfide”

Scegli tra…

poesiaEmoziona e induce ad una profonda riflessione il testo poetico dell’alunna Maria Francesca Santo, vincitrice del primo premio del Concorso artistico-letterario “Le nostre sfide” per la sezione scuola secondaria di primo grado, indetto dall’Amministrazione Comunale di Barletta per l’anno scolastico 2017/18 e ormai giunto alla sua IV edizione. L’alunna della classe IF dell’Istituto Comprensivo “D’Azeglio-De Nittis”, accompagnata dalla Dirigente Scolastica, Dott.ssa Concetta Corvasce, ritira il premio il 14 Febbraio, nell’auditorium del Liceo Scientifico Statale “C. Cafiero” di Barletta, ricevendo lodi a profusione per la profondità del messaggio contenuto nella sua poesia. La sfida di questa undicenne “…in una società che esige l’eccellenza, è […] essere normale”. Impossibile restare indifferenti. Pertanto, educare con passione ed entusiasmo il cuore e la mente di questi meravigliosi giovani che non smettono mai di stupirci, resta la missione di una Scuola che pretende un futuro migliore.

LA MIA SFIDA

La nostra società esige l’eccellenza
quasi che non si possa vivere senza.
Tutti lottano per essere stimati
calciatori, veline e chef stellati.
Ai bambini non si insegna la modestia
ma a correre come matti, per essere sempre in testa.
“Impegnati, allenati, voglio risultati…”
Urlano i loro genitori esaltati.
“Sono tutti speciali quelli intorno a me?”
Nessuno mi risponde, continuo a chiedermi il perché.
Non sono bella come una modella!
Non sono agile come una gazzella!
Non sono super intelligente e neppure intraprendente!
La mia sfida è essere Normale.
Questo mi rende Speciale!

Maria Francesca Santo – 1F

Inoltre alla cerimonia è stato premiato  anche l’alunno Fiorentino Roberto, della  classe quinta C della scuola primaria ” M.D’Azeglio”, plesso Principe  di Napoli , che si è distinto con un testo poetico in cui mette  in evidenza  le difficoltà  nel difendere  e tutelare  le bellezze  della propria  città, ma, allo stesso tempo, emerge la determinazione e l’orgoglio di un piccolo soldato che lotta e sfida ogni giorno ogni  forma di inciviltà.